Project Description

Da sempre affascinato dal mondo del Gusto, è dopo il diploma alla Scuola Alberghiera che Matteo Salbaroli intraprende un percorso di crescita professionale che lo porterà da “Le Jardin” di Milano Marittima, al “Tre Spade” di Ravenna e al “Lido Lido” di Cesenatico, fino alle esperienze internazionali.

Rientrato in Italia, nel novembre 2011, inizia la sua avventura imprenditoriale e apre a Ravenna, insieme a suo fratello Edoardo, il ristorante “L’acciuga Osteria”.

Nell’ottobre 2018 inaugura “Cucina del Condominio”, un locale dal sapore vintage, per una proposta di “alta cucina casalinga” rappresentata da un’antologia di ricette della tradizione romagnola, cucinate ad arte. Tra i piatti ormai cult, oltre alle paste ripiene, le polpette di bollito, le frittate e i secondi di Mora romagnola e di animali selvatici e da cortile “allevati al pascolo”. 

Nel novembre 2020, in pieno fase pandemica, decide di dare un forte segnale di speranza e rinascita alla città inaugurando “Laboratorio81”, una “bottega” artigianale di pasta fresca, nata dall’idea e dall’esigenza di Matteo di proporre prodotti freschissimi e dalla qualità unica. 

Ma è del maggio 2021 l’ultima sfida: lo street food in versione gourmet di “Osteria n.11, il chiosco differente”, per un menù ricco di panini farciti con ricette rivisitate della tradizione gastronomica italiana e pizze “alla romana”, da guarnire a piacere con prodotti locali.

“𝘕𝘪𝘦𝘯𝘵𝘦 𝘢𝘤𝘤𝘰𝘴𝘵𝘢𝘮𝘦𝘯𝘵𝘪 𝘢𝘻𝘻𝘢𝘳𝘥𝘢𝘵𝘪 𝘯𝘦𝘪 𝘱𝘪𝘢𝘵𝘵𝘪, 𝘮𝘢 𝘵𝘢𝘯𝘵𝘢 𝘷𝘰𝘨𝘭𝘪𝘢 𝘥𝘪 𝘧𝘢𝘳 𝘱𝘢𝘳𝘭𝘢𝘳𝘦 𝘭𝘢 𝘮𝘢𝘵𝘦𝘳𝘪𝘢 𝘱𝘳𝘪𝘮𝘢 𝘤𝘦𝘳𝘤𝘢𝘯𝘥𝘰 𝘥𝘪 𝘮𝘰𝘥𝘪𝘧𝘪𝘤𝘢𝘳𝘭𝘢 𝘪𝘭 𝘮𝘦𝘯𝘰 𝘱𝘰𝘴𝘴𝘪𝘣𝘪𝘭𝘦. 𝘗𝘦𝘳 𝘲𝘶𝘦𝘴𝘵𝘰 𝘳𝘪𝘯𝘨𝘳𝘢𝘻𝘪𝘰 𝘝𝘪𝘯𝘤𝘦𝘯𝘻𝘰 𝘊𝘢𝘮𝘮𝘦𝘳𝘶𝘤𝘤𝘪, 𝘱𝘦𝘳𝘤𝘩é 𝘪𝘯 𝘱𝘰𝘤𝘰 𝘵𝘦𝘮𝘱𝘰 𝘮𝘪 𝘩𝘢 𝘪𝘯𝘴𝘦𝘨𝘯𝘢𝘵𝘰 𝘪𝘭 𝘷𝘢𝘭𝘰𝘳𝘦 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘢 𝘴𝘦𝘮𝘱𝘭𝘪𝘤𝘪𝘵à 𝘦 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘢 𝘱𝘶𝘭𝘪𝘻𝘪𝘢 𝘥𝘦𝘪 𝘴𝘢𝘱𝘰𝘳𝘪 𝘯𝘦𝘪 𝘱𝘪𝘢𝘵𝘵𝘪”.